La "ciambotta"




Ingredienti:

  • 500 g di patate
  • 500 g di peperoni
  • 400 g di cipolle
  • 300 g di pomodori maturi
  • 2 melanzane
  • 2 zucchine
  • olio d'oliva
  • sedano
  • basilico
  • sale

Preparazione
40 minuti / Cottura: 1 ora
Lavate le melanzane, poi tagliatele a dadini e cospargetele di sale; quindi aspettate che rilascino l'acqua. Affettate le cipolle e lasciatele appassire con qualche gambo di sedano a rondelle in un tegame di coccio con circa un bicchiere di olio. Unite i pomodori pelati e tritati, le patate a tocchetti, le melanzane sciacquate e le zucchine anch'esse lavate e tagliate a tocchetti. Dopo una dieci minuti aggiungete i peperoni tagliati e privati dei semi e un bel trito di basilico. Salate e pepate a piacere. Cuocete per circa 50 minuti. Servire caldo o freddo nello stesso recipiente di cottura. Nella ricetta originale la ciambotta viene inserita in una pagnotta, tagliata nella parte superiore e privata totalmente della mollica. In questo modo dopo qualche ora il pane avrà assorbito interamente i sapori e gli aromi del ripieno.

Curiosità:
La “ciambotta” è una preparazione tipica del sud Italia, proveniente dalla tradizione contadina. Nella ricetta sono presenti tutti i prodotti che l’orto poteva offrire nella stagione estiva. In Basilicata le mogli dei contadini o dei pastori, infatti, preparavano questo stufato di verdure prima che questi partissero per le lunghe giornate lavoro. La ciambotta veniva distribuita all’interno di una pagnotta, tagliata nella parte superiore (usata come coperchio) e privata della mollica; il pane quindi veniva usato come un vero e proprio contenitore oltre che come accompagnamento della zuppa.
Una variante molto diffusa in Lucania è costituita da uova sbattute e salsiccia.