Green Road Matera

Green Road Basilicata
Il Progetto “Green Road Basilicata” (GRB) è nato dall’idea di favorire un “modello” di sviluppo turistico basato sull’integrazione del prodotto balneare, nello specifico quello della Costa Ionica lucana, con quello dell’entroterra montano della Val d’Agri e della Val Camastra. Il progetto di ricerca è stato articolato in un’iniziale analisi territoriale e turistica delle aree interessate (Costa Ionica, Val d’Agri e Val Camastra), alla quale è seguita l’indagine dell’offerta (risorse, servizi e strutture ricettive). Contemporaneamente è stata realizzata l’indagine sul campo, attraverso la somministrazione di un questionario indirizzato ai turisti della Costa Ionica, volta a definire la figura del turista tipo dell’area costiera e indagare il grado di conoscenza dei territori dell’entroterra, sondando il livello d’interesse circa il prodotto turistico integrato mare – montagna. Infine, sulla base dei dati raccolti si è definito il prodotto turistico “Green Road Basilicata” ipotizzando degli itinerari concreti strutturati in base ai 2 tematismi scelti, quello della cultura e quello della natura. L’obiettivo generale è quello di ridurre la concentrazione del turismo nei tradizionali circuiti estivi, prendendo in esame le possibilità di distribuzione dei flussi per l’intero arco dell’anno nelle aree dell’entroterra lucano, caratterizzate da un patrimonio naturalistico, culturale ed enogastronomico capillarmente diffuso. Nel portale valdagriturismo.it un’intera sezione è dedicata al progetto. La consapevolezza che la chiave di volta dello sviluppo turistico è la capacità di lavorare in rete ha portato la FEEM e il Gal Colline Joniche di Grottaglie a stabilire azioni sinergiche per la promozione dei due prodotti turistici. Il primo frutto di questa collaborazione apulo-lucana è la presentazione congiunta di Green Road Basilicata e Green Road Puglia alla manifestazione “Ecomondo” di Rimini, la più accreditata piattaforma per il bacino del Sud Europa e del Mediterraneo per la valorizzazione e il riuso dei materiali e per la Green Economy.



Green Road Cultura > L’articolazione dell’itinerario culturale è stata sviluppata, da un lato, individuando e catalogando le principali risorse materiali, come palazzi, aree, archeologiche, chiese, santuari, nonché beni paesaggistici, dall’altro, identificando l’appeal di manifestazioni, leggende, tradizioni e dei diversi eventi locali nei quali le componenti ludico – ricreative e culturali creano un legame indissolubile tra la cittadinanza e il proprio territorio e consentono allo stesso tempo alle comunità di riconoscersi in quegli antichi saperi e costumi che rendono la loro realtà unica e irriproducibile in altri contesti.



Green Road Natura > Sul fronte della natura si è pensato ad un percorso geo-naturalistico “Dalla costa ai calanchi fino ai monti”, questo è un viaggio tra le diverse peculiarità paesaggistiche che la Basilicata offre. È un itinerario ricco di sfumature cromatiche, geologiche e faunistiche, delle quali il potenziale turista può godere durante il percorso. La rotta segue idealmente il tragitto della strada statale 598, in una suggestiva alternanza di ambienti e paesaggi. Un percorso unico che conduce i visitatori in una natura incontaminata che si mescola ai colori di un paesaggio incantevole.



Collaborazione apulo-lucana > I due progetti Green Road Basilicata e Green Road Puglia sono stati proposti agli operatori del settore presso lo stand dedicato nel padiglione di “Città Sostenibile” e nel corso del convegno “GREEN ECONOMY E SOSTENIBILITÀ: fattori chiave per il rilancio del turismo”. In particolare, durante la manifestazione sono state presentate per la Basilicata le due proposte d’itinerario incentrate sul tema della Natura, della Storia e del Cineturismo, nel pieno rispetto dello sviluppo sostenibile ambientale.
Estendere la collaborazione ad altri attori è ciò che, infatti, potrebbe potenziare complessivamente il sistema. A tale scopo nel corso del convegno, la FEEM e il Gal Colline Joniche hanno intrapreso un percorso di scambio di conoscenze ed esperienze con l’Associazione Lombarda 100 Cascine.

Torna su >

Green Road per Matera 2019
L'esperienza di Green Road Basilicata è servita da base per approntare un nuovo progetto di valorizzazione e promozione del territorio per Matera 2019 unendo il pacchetto Green Road con l’opportunità offerta da Matera, designata a essere capitale della cultura.
L’idea prevede di realizzare itinerari “Dal pane al Companatico” essendo il pane da sempre alimento tipico del territorio materano, verso il companatico costruito da quei prodotti di eccellenza locale che sono reperibili lungo le direttrici dei 4 fiumi (Agri, Bradano, Sinni e Basento) e dove si affacciano territori diversi tra loro con importanti specifiche. Percorsi enogastronomici che presentano il cibo come l’alimento sia per il corpo che per la mente. I cammini che possono essere intrapresi o interrotti a piacere in corrispondenza dei numerosi siti di interesse. Si sono così individuate 5 tematiche: natura, cultura, sapori, artigianato e tradizioni che hanno consentito una mappatura di ogni via.



Torna su >

IntornoMatera2019
Ulteriore evoluzione del progetto, già in lavorazione, sarà www.intornomatera2019.com, uno strumento che racchiude informazioni sulle peculiarità del territorio lucano, sulla sua cultura, le tradizioni, il cibo, ecc.
Il porrtale raccoglierà tutte le informazioni utili a fruire pienamente di tutta la Basilicata, modulando l'esperienza a proprio piacimento.
E’ uno strumento per il turista che vuole visitare Matera e avventurarsi nel resto di questa bellissima e variegata regione.
E’ uno strumento per le strutture ricettive e ristorative e per tutte quelle attività culturali, naturalistiche, artigianali che possono trovare nuovo mercato e allargare il proprio target aderendo al network che si intende creare dietro a un’offerta così complessa.



Torna su >