La pianificazione del turismo sostenibile

Al fine di individuare in modo esatto l’oggetto della pianificazione turistica è utile partire dalla definizione di destinazione turistica. Premesso che potrebbero essere tante le definizioni di destinazione basate sui diversi ambiti disciplinari utilizzati per l’analisi, ai nostri scopi è utile far riferimento al concetto di destinazione che considera contemporaneamente l’offerta turistica da un lato e la domanda dall’altro poiché ai fini della pianificazione è importante far riferimento ad una visione olistica della destinazione che contempli la domanda e l’offerta turistica . Per quanto riguarda l’offerta turistica, essa contempla diversi fattori come le risorse naturali, culturali, i servizi della ricettività, i servizi ristorativi, i servizi svolti dalle agenzie di viaggi e tour operator, ed altri tipi di servizi quali quelli finanziari, sanitari, di sicurezza, ricreativi e commerciali, ed infine le infrastrutture legate ai trasporti, alle telecomunicazioni, agli impianti sportivi, gli spazi fieristici ecc. Si tratta di attività e attrazioni che direttamente o indirettamente sono funzionali all’attività turistica, aspetti che entrano a far parte del prodotto turistico espressione della destinazione turistica.

Per quanto riguarda la domanda, essa gioca un ruolo fondamentale nella pianificazione della destinazione turistica; i prodotti turistici vengono sviluppati sulla base dei bisogni e gusti dei turisti, sono loro che ne sanciscono l’esistenza, un luogo diventa destinazione quando il mercato ne ha consapevolezza e la stessa si traduce in domanda effettiva .

Da molti anni il settore turistico sta sperimentando una crescita ininterrotta tanto da diventare uno dei principali settori economici a livello mondiale, contemporaneamente aumentano le destinazioni che investono nel settore creando opportunità di sviluppo e occupazione. Legata a tale tendenza si assiste al moltiplicarsi delle ragioni che spingono i turisti a visitare una destinazione, nel 2014 il 53% dei turisti a livello mondiale ha viaggiato per motivi leisure, il 14% lo ha fatto per motivi di lavoro, altri per visitare parenti e amici, per motivi religiosi, per motivi di salute .

Si può affermare che il comportamento turistico è originato da una molteplicità di bisogni .

Ma se da un lato l’industria turistica può portare notevoli benefici nei luoghi dove si investe dall’altro la stessa visita dei turisti può compromettere le risorse del territorio che spingono alla visita stessa compromettendo definitivamente la loro attrattività e il conseguente valore economico ai fini turistici, proprio su questo delicato aspetto che si inserisce il dibattito su turismo sostenibile e pianificazione turistica sostenibile .

Una tipologia di turismo in grado di generare un sano rapporto tra qualità dell’ambiente, residenti e residenti privilegiati cioè i turisti è rappresentato dal turismo enogastronomico.